Tre allegri ragazzi morti in concerto

Radio Sherwood ha pubblicato la registrazione integrale del concerto dei Tre allegri ragazzi morti al festival La Tempesta al Rivolta di Marghera sabato 3 dicembre 2011. Il gruppo esegue l’intero album del 2001 La testa indipendente (Piccolo cinema onirico, Ogni adolescenza, Terzo millennio, Quasi adatti, Bugie dei morti, La pianura, Volo sulla mia città, La decisione, I’m in love with my computer, Prova a star con me un altro inverno a Pordenone, Beat-o).

Ospedale, com’è andata oggi a Trieste?

“Un incontro molto positivo, in cui abbiamo affrontato gli ultimi nodi da sciogliere per procedere in maniera spedita con l’iter per la realizzazione del nuovo ospedale di Pordenone”. Il vicepresidente della Regione, Luca Ciriani, commenta così gli esiti della conferenza dei servizi dell’accordo di programma tenutasi oggi fra gli enti coinvolti nel progetto del nuovo nosocomio del capoluogo pordenonese, da lui presieduta dopo l’introduzione svolta dall’assessore regionale alle Finanze Sandra Savino. “Dopo che lo Stato ha cancellato i fondi previsti, siamo riusciti a trovare tutti i 150 milioni di euro necessari all’opera all’interno del bilancio regionale – ha proseguito Ciriani – e siamo passati ora alla fase operativa di questa vicenda che, certamente, sarà una pagina storica per lo sviluppo della provincia pordenonese. Ho registrato con soddisfazione grande sintonia fra tutte le parti, in particolar modo ringrazio il sindaco di Pordenone, Claudio Pedrotti, per il suo approccio costruttivo e propositivo che sgombra il campo da polemiche di parte che altri hanno avuto purtroppo interesse a portare avanti. E’ invece importante che i cittadini della provincia di Pordenone sappiano che Regione, Provincia e Comune stanno lavorando in sintonia per raggiungere al più presto l’obiettivo”. Il prossimo incontro della Conferenza dei servizi si terrà a fine gennaio, quanto le parti proseguiranno nell’analisi dell’iter da seguire.

Tratto da AgenParl, agenzia parlamentare per l’informazione politica ed economica

Consiglio comunale del 20 dicembre

Il Consiglio comunale di Pordenone è convocato questa sera alle 19 – rimandato di un giorno a causa dello sciopero dei dipendenti pubblici – nella sala consiliare del Municipio. All’ordine del giorno diverse interrogazioni, mozioni e una deliberazione.

L’Arca di Naon seguirà in liveblogging i lavori del Consiglio.

§

Ore 19.15 – Il Consiglio prenatalizio comincia con l’esibizione della HexacordEnsemble Junior dell’Associazione Farandola. Anna Pagliaro, presidente dell’associazione, porta gli auguri ai consiglieri: “Di solito si dice che i politici se la cantano e se la suonano da soli, questa sera ve la suoniamo noi”. Rodrigo Herrera introduce il programma, un arrangiamento per chitarre di un concerto d’archi di Vivaldi (VIDEO).

Ore 19.40 – Il presidente del Consiglio Nisco Bernardi dichiara aperta la seduta. Sono assenti Emanuele Loperfido (Pdl), Loris Pasut (Il Ponte) e Lucia Amarilli (Idv/Sel/Del Ben), hanno annunciato il loro ritardo Mara Piccin (Lega Nord) e Dal Mas (Pdl) per impegni istituzionali. Bernardi comunica l’avvenuta risposta scritta da parte dell’amministrazione comunale alle interrogazioni della lista Il Ponte sull’abuso edilizio di piazza Costantini e del consigliere Loperfido sul mercatino di Natale di piazza XX settembre. L’ordine del giorno deciso in conferenza dei capigruppo prevede che si proceda per mezzora alla risposta di interrogazioni, quindi l’unica deliberazione, infine le mozioni 13 e 14 sui ragazzi della panchina.

Ore 19.43 – L’assessore alle politiche sociali chiede di anticipare la discussione sulla mozioni relativa ai ragazzi della panchina perché deve assentarsi per impegni istituzionali e chiedendo la disponibilità unanime dei consiglieri (che, con qualche mugugno, arriva).

Ore 19.44 – Il consigliere Gianni Zanolin (Il Ponte) cita l’impegno del Consiglio regionale a favore della concessione dei benefici della legge Bacchelli al poeta Pierluigi Cappello e chiede al Consiglio comunale e all’amministrazione di impegnarsi per supportare le iniziative in tal senso (VIDEO).

Ore 19.45 – Il sindaco Claudio Pedrotti prende la parola per le comunicazioni. Porge le condoglianze dell’amministrazioni al consigliere Lucia Amarilli per il grave lutto familiare che l’ha colpita, quindi traccia un breve ricordo di Luigi Paolin, commerciante e politico con una lunga storia di impegno civico in città. Fa suo l’invito di Zanolin su Cappello. Riguardo all’incontro tenuto nel pomeriggio in Regione con l’assessore regionale alle finanze Sandra Savino sull’ospedale riporta un’impressione molto positiva, anche se la cifra stanziata resta per ora inferiore alle necessità (150 milioni di euro) (VIDEO). Segue breve dibattito, nel quale in modo abbastanza trasversale i vari gruppi puntualizzano la necessità che la finanziaria regionale traduca definitivamente gli impegni della Regione in investimenti chiari (VIDEO).

Ore 19.55 – Si comincia dunque con la mozione 13 dedicata alla vendita dell’immobile dell’Opera Sacra Famiglia che ospitava l’associazione dei Ragazzi della Panchina. Mario Bianchin (Il Fiume) inizia il suo intervendo rammaricandosi perché la mozione viene discussa tardivamente rispetto agli sviluppi e dopo polemiche non opportune. Ricostruisce la vicenda e sottolinea il ruolo dell’associazione in città, caldeggiando la necessità che non solo si trovi una sede definitiva ma possibilmente nello stesso quartiere che li ha ospitati negli ultimi anni (VIDEO). L’assessore Romor, dopo aver sottolineato gli sforzi dell’amministrazione e dell’Azienda sanitaria per giungere a una soluzione e i meriti dell’associazione rimasta priva di sede, comunica di aver avuto dal presidente dell’Opera Sacra Famiglia la conferma della vendita dell’immobile. Romor annuncia anche che l’Azienda sanitaria è in trattative già avanzate per l’acquisto di un immobile nella stessa zona da destinare alle attività dei ragazzi della panchina (VIDEO). «Sull’amore viscerale del quartiere per i ragazzi della panchina che ci è stato descritto esprimo qualche dubbio», dice Francesco Ribetti (Pdl), che definisce tardiva la battaglia per la sede da parte della maggioranza anticipando un argomento comune a buona parte dei consiglieri di centrodestra. Gianni Zanolin (Il Ponte) ricorda che il Comune in passato ha fatto ampiamente la sua parte, affrontando il problema della sede dei Ragazzi della panchina e dell’Associazione Panorama, e attribuisce le mancanze soprattutto ai rapporti tesi tra Opera Sacra Famiglia e Ass 6 (VIDEO). Sulle responsabilità dell’Opera Sacra Famiglia e dell’Ass 6 insiste anche Sergio Bolzonello (Il Fiume), che rimarca la necessità per il consiglio di esprimersi in modo almeno simbolico sulla vicenda nonostante l’esito (VIDEO). La mozione viene infine emendata dai promotori limitando l’impegno al sindaco e alla giunta «a farsi promotori con l’Ass 6 di individuare una soluzione alternativa e definitiva per l’ubicazione della sede e delle attività sociali dell’Associazione “I Ragazzi della Panchina”, parte importante della società pordenonese». La mozione viene approvata con 33 voti favorevoli e nessun contrario (VIDEO).

Ore 21.45 – Si passa ora alla seconda mozione dedicata alla vicenda dei ragazzi della panchina, promossa dai consiglieri Del Ben e Amarilli (Idv/Sel/Del Ben). Il consigliere Del Ben ricomincia da capo la storia dell’associazione e della vicenda, per poi trasformare la sua mozione in raccomandazione (VIDEO).

Ore 21.55 – Dopo un’impasse sull’ordine del giorno, si decide di procedere come inizialmente previsto all’esame delle interrogazioni.

Ore 22.00 – Interrogazione 79/2011 proposta dal consigliere Alberto Rossi (Alleanza per l’Italia/Futuro Pordenone) sulle criticità in fatto di barriere architettoniche per disabili, con risposta dell’assessore ai lavori pubblici Renzo Mazzer sui criteri seguiti dall’amministrazione comunale.

Ore 22.05 – Interrogazione 80/2011 proposta sempre dal consigliere Rossi riguardo al progetto di costruzione di un edificio in via Borgo Casoni e i temuti effetti sullo stato della falda acquifera. Risponde l’assessore all’urbanistica Martina Toffolo dichiarando lo stato dei lavori e le integrazioni che gli uffici tecnici hanno richiesto ai progettisti. Il Comune ha richiesto un parere a un geologo per valutare i possibili effetti dell’eventuale costruzione sulla falda.

Ore 22.10 – Interrogazione 69/2011 proposta dal consigliere Francesco Ribetti (Pdl) sul parcheggio selvaggio di biciclette in via Mazzini. Risponde l’assessore alla polizia municipale e sicurezza: è già accaduto che le biciclette siano state sanzionate, è difficile farlo in caso di biciclette in sosta. Si sta valutando una nuova collocazione più efficiente, soprattutto in considerazione delle implicazioni sul mercato settimanale.

Ore 22.15 – Interrogazione 70/2011 proposta da Ribetti che chiede conto dello stato dei lavori sull’intitolazione di una via o piazza ai caduti di Nassiriya. Risponde Moro: poiché sono sopravvenuti diversi altri fatti luttuosi legati alle missioni di pace all’estero, l’intenzione è procedere non appena se ne presenterà l’opportunità all’intitolazione ai caduti per la pace. Ribetti si dice parzialmente soddisfatto, rimarcando la memoria storica del primo grave fatto della missione italiana in Iraq. Non è dignitoso, dice Ribetti, che una città che ha avuto una così consistente storia militare non sia stata capace dal 2003 a oggi di dedicare un luogo della città a un momento così significativo della nostra storia.

Ore 22.25 – Terminato il tempo a disposizione delle interrogazioni, si passa all’unica deliberazione in programma, relativa alla convenzione con il Comune di Cordenons per la gestione associata del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. Il sindaco Pedrotti spiega che si creerà in questo modo un bacino di 70.000 abitanti con Pordenone capofila (con intenzione di includere nella convenzione quando possibile anche Porcia) per partecipare alle future gare per lo smaltimento dei rifiuti. Nel breve periodo l’accordo produrrà economie di scala sui servizi Gea. La decisione non ha effetti sui contenziosi in atto con Cordenons (VIDEO). Del Ben: si va nel verso giusto (VIDEO). Zanolin: passi avanti in una direzione condivisa, bene il miglioramento dei rapporti con il conurbamento. Pedicini: bene, ma quando andremo a gara ci renderemo conto che la Gea ha costi troppo alti (VIDEO). La deliberazione viene approvata con 26 voti a favore e 7 astenuti (VIDEO).

Ore 22.50 – Il presidente Bernardi dichiara chiusi i lavori, formulando gli auguri di buon Natale e felice anno nuovo. Si unisce gli auguri il sindaco Pedrotti.

§

IN SINTESI: un Consiglio assorbito in gran parte dalla mozione sulla vicenda della cessione dell’immobile occupato dai ragazzi della panchina, culminata in una votazione unanime che impegna la giunta a fare pressioni sull’azienda sanitaria affinché il caso si risolva al più presto e in modo definitivo con l’acquisto di una nuova sede. Passa anche la convenzione con Cordenons per la gestione integrata dei rifiuti.

Dedica 2012 a Wole Soyinka

Sarà il nigeriano Wole Soyinka, poeta e drammaturgo fra i più grandi viventi di lingua inglese e primo africano ad aver ricevuto il Nobel per la letteratura, il protagonista della diciottesima edizione del festival Dedica, organizzato dall’associazione Thesis. Il festival si terrà a Pordenone dal 10 al 24 marzo 2012.

“C’è un filo rosso – sottolinea Annamaria Manfredelli, curatrice di Dedica – che per lo più collega i protagonisti del festival: sono grandi personalità della cultura che intendono l’identità non in modo chiuso, ma come realtà che si definisce attraverso il confronto con gli altri. È così anche per Soyinka, la cui opera rappresenta un ponte culturale tra l’Africa e l’Occidente. Nel suo teatro, ad esempio, l’autore ha saputo compiere un’originale sintesi tra i miti yoruba (l’etnia nigeriana cui appartiene) e quelli espressi dalla civiltà classica occidentale. Nel suo caso quindi il culto della tradizione originaria non è, come a volte accade, l’affermazione di un’identità esclusiva, ma è la dimostrazione della permeabilità tra culture diverse, è apertura all’Altro da sé”.

“Soyinka è il secondo Premio Nobel che Dedica Festival ospita dopo la sudafricana Nadine Gordimer ” – dice a sua volta il presidente di Thesis, Nico Nanni - ed è anche uomo che ha saputo prendere posizioni politiche che l’hanno portato in carcere nel suo Paese per aver chiesto la fine delle ostilità durante la guerra civile in Nigeria; per l’opposizione alla dittatura è stato condannato a morte e costretto a vivere all’estero. Dedica a Wole Soyinka, quindi, oltre che l’omaggio al grande scrittore, vuole essere anche un riconoscimento al combattente per la libertà”.

[continua a leggere su Dedica Festival]

Crediti immagine: non disponibili

Il catalogo della Mediateca

Mediateca Cinemazero segnala la disponibilità del catalogo ragionato degli audiovisivi,

uno strumento di facile consultazione che permette a studenti, insegnanti ed utenti generici di orientarsi all’interno dei patrimoni audiovisivi delle mediateche della Regione, proponendo una selezione di film d’interesse didattico, o che affrontano tematiche discusse ed affrontate nelle aule scolastiche.

Per consultare l’archivio: www.mediatechefvg.it/catalogotematico

I ragazzi tornano sulla panchina

Nessuna mediazione, anzi ulteriore accelerazione nell’esecuzione dello sfratto. Così i Ragazzi della panchina commentano la svolta di questo pomeriggio:

Siamo stati buttati fuori senza un minimo di rispetto, senza dignità. Ci siamo battuti con responsabilità, con intelligenza, senza colpi di testa ma nonostante tutto, zero sconti. Il geometra Rosset, presidente dell’Opera Sacra Famiglia, conosce benissimo il problema, che scaturisce dal fatto che non abbiamo soluzioni alternative definitive, che siamo in strada. E non serve proporci stanze in strutture da loro gestite solo per pulirsi la coscienza, non ce ne facciamo molto di stanze offerte, per poi magari dover leggere sui giornali le sue dichiarazioni sulla bontà del gesto, volevamo semplicemente dignità, non c’è stata concessa, volevamo solamente qualche settimana in più, non c’è stata concessa. Anzi! Siamo arrivati al punto di essere riusciti ad organizzare grazie alla Coop Itaca e la Coop Agorà, un trasloco definitivo per il 20 Dicembre, proprio per non fare quelli che pretendono, ma non bastava! Ci hanno intimato di consegnare le chiavi entro lunedì mattina!

[continua a leggere sul blog dei Ragazzi della panchina]

Crediti immagine: I ragazzi della panchina

Com’è andato l’incontro di Zoppola?

La vertenza Ideal Standard ha registrato oggi un incontro al Municipio di Zoppola con gli europarlamentari Debora Serracchiani e Antonio Cancian, oltre che con i sindaci del territorio. Il resoconto nella nota pubblicata sul blog dei lavoratori in agitazione:

L’incontro è servito per fare il punto sulla situazione della compagnia italiana che ha visto di recente, da un lato le OO.SS. impegnate negli incontri avuti recentemente presso il Ministero dello Sviluppo Economico supportate dalle Istituzioni Politiche regionali e presso il Ministero del Lavoro e dall’altro le iniziative prese da un nutrito numero di Europarlamentari eletti nelle Regioni in cui sono ubicate le attività della compagnia.
Il quadro che ne è emerso è di una estrema difficoltà in cui tutti gli attori ( tranne la Direzione Aziendale Italiana ) stanno cercando di trovare delle soluzioni per poter dare segnali positivi atti alla soluzione della complicata vertenza che da tempo si sta trascinando.
Infatti il fattore tempo è uno degli elementi che maggiormente oggi ci vede precludere possibilità di svolta a decisioni che Ideal Standard ha recentemente comunicato e che dovrebbero trovare sintesi con l’accordo presso il Ministero del Lavoro su quote dei Contratti di Solidarietà che nei fatti poi si tradurrebbero in altrettanti esuberi certificati.

[continua a leggere sul blog Ideal Scala]

Consiglio comunale del 12 dicembre

IN SINTESI – Una seduta pacata e costruttiva fino agli ultimi minuti, quando proprio sulla mozione più attesa (lo sfratto ai ragazzi della panchina, su cui la giunta si è impegnata a comporre gli interessi di tutte le parti) avviene l’ennesimo scontro a colpi di regolamento tra il consigliere Giuseppe Pedicini (Pdl) e il presidente Nisco Bernardi, sfociato poi nell’abbandono polemico della sala da parte di tutte le opposizioni. Tutto il tempo a disposizione è stato impiegato per l’approvazione di deliberazioni, in particolare in campo socio-sanitario, con l’elezione dei rappresentanti negli organismi di consultazione dedicati agli anziani, agli immigrati e agli asili. Diversi interventi di ampio respiro hanno caratterizzato il dibattito sul rinnovo della delega all’azienda sanitaria dei servizi per i disabili per il 2012. È passato ad ampia maggioranza anche il giro di vite sulla concessione ai privati di suolo pubblico in caso di ritardi cronici nel pagamento della relativa tassa. Nei prossimi giorni integreremo i vari passaggi con i link ai video degli interventi dei consiglieri, non appena questi saranno resi disponibili nel servizio di documentazione del Comune di Pordenone.

§

Ore 22.13 – Il presidente Bernardi dichiara chiusa la seduta.

Ore 21.48 – Mario Bianchini (Lista Bolzonello-Il Fiume) propone una mozione d’ordine per anticipare l’esame della mozione urgente presentata dal suo gruppo sulla cessione dell’immobile che ospita l’associazione I ragazzi della panchina, che in caso contrario non farebbe a tempo a essere discussa e che se rimandata a una prossima convocazione vedrebbe sviliti i presupposti di urgenza. Ribetti (Pdl), regolamento alla mano, contesta l’ammissibilità stessa dell’aggiornamento dell’ordine del giorno originario. Sergio Bolzonello (Lista Bolzonello-Il Fiume) si spende per l’urgenza sociale dell’argomento, richiamandosi a prassi collaudate («ci sono dei momenti in cui certi argomenti vanno discussi»). Pedicini (Pdl) richiama il criterio regolamentare dell’unanimità rimarcato in passato e contesta la procedura seguita dal presidente del Consiglio. Di fronte alla determinazione del presidente di chiamare la votazione (poi passata a maggioranza), Pedicini abbandona polemicamente la sala, seguito da tutte le opposizioni. Al capogruppo del Fiume, a cui viene data la parola, subentra subito Sergio Bolzonello, che cerca di arginare la polemica, riassumendo in breve il senso dell’invito all’amministrazione a spendersi per la situazione che si è venuta a creare intorno ai “ragazzi della panchina”. Il sindaco Pedrotti fa mettere a verbale l’impegno assunto in proposito dall’amministrazione. Le opposizioni preannunciano una mozione di censura nei confronti del presidente Bernardi.

Ore 20.43 – L’assessore ai servizi sociali Romor presenta la deliberazione 28/2011, l’ultima all’ordine del giorno, con la quale vengono rinnovate le deleghe all’Ass 6 dei servizi a favore dei disabili previsti dalla legge regionale 41/96 (VIDEO). Del Ben (Idv/Sel/Lista Del Ben) fa notare l’aderenza di alcune porzioni testo della deliberazione con la bozza predisposta dall’Ass 6, sottolineando l’assenza di ripensamento critico da parte dell’amministrazione e contestando diverse impostazioni tecniche implicitamente sposate (VIDEO). Tocca quindi a Cabibbo (Pdl) spegnere gli accenti catastrofistici di Del Ben e manifestare apprezzamento per le politiche per la disabilità programmate dall’attuale maggioranza regionale (VIDEO). Interventi nel merito tecnico, in particolare sul fondo etico, da parte dei consiglieri Bonato (Pd), Collaoni (Lista Bolzonello-Il Fiume), Zanolin (Il Ponte), Freschi (Vivo Pordenone). La deliberazione viene approvata con 33 voti favorevoli, nessun voto contrario e tre astenuti (VIDEO).

Ore 19.57 – L’assessore Mio presenta la deliberazione 27/2011 che introduce modifiche di regolamento nell’applicazione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico, per limitare alcune situazioni croniche di morosità. La tassa ammonta a 6 centesimi per metro quadro al giorno e il nuovo articolo proposto intende vincolare il rinnovo delle concessioni alla regolarità di versamento negli anni precedenti (VIDEO). Ribetti (Pdl) boccia l’iniziativa perché “terroristica”, laddove basterebbero gli ordinari mezzi per far rispettare le regole (VIDEO). Pedicini (Pdl) trova impreciso il testo e chiede maggior precisione (VIDEO). Chiara Mio ripercorre i termini del problema, insistendo sul rispetto della cosa pubblica di fronte alla concessione a privati di suolo pubblico per produrre reddito. Pedicini insiste sulla necessità di precisare i termini, alimentando una discussione tra i banchi consiglieri. L’assessore Mio accetta di modificare il testo in modo che emerga in modo più preciso il termine di mora. Nel dibattito si scontrano due punti di vista: il rispetto rigoroso delle regole da un lato e dall’altro una più rigorosa regolamentazione della concessione dello spazio pubblico ai privati (VIDEO: Ribetti, Bianchini, Freschi, Pedicini, Piccinato, Rossi, Tavella). La deliberazione viene approvata con 33 voti a favore, 1 contrari e 3 astenuti (VIDEO).

Ore 19.52 – L’assessore al bilancio Chiara Mio ritira la deliberazione 26/2011 sull’istituzione del consiglio tributario per riproporlo in un prossimo consiglio in virtù della soppressione delle motivazioni giuridiche da parte della manovra finanziaria in discussione in Parlamento. Il Comune ha intenzione di mantenere lo strumento, ma è necessario adeguarsi alla nuova normativa nazionale. Si apre una discussione sull’opportunità o meno di far ripassare il provvedimento in commissione, prevale la linea che il cambiamento del presupposto giuridico implichi un riesame dell’iniziativa.

Ore 19.49 – Il sindaco Pedrotti ritira la delibera 25/2011 relativa ai criteri per la nomina di rappresentanti presso enti, aziende e società controllate, ancora in discussione con maggioranza e minoranza per garantire il maggior consenso possibile.

Ore 19.25 – Il sindaco Pedrotti propone la modifica dello statuto della società consortile Co.Met. (deliberazione 24/2011) che tocca tre punti: svecchiamento e semplificazione delle procedure interne, introduzione di regole nel caso di sostituzione di un socio, redistribuzione dei pesi secondo quote (VIDEO). Loris Pasut (Il Ponte) propone correzioni su alcuni dettagli di formulazione (VIDEO), ma il sindaco fa notare che una modifica seppure non sostanziale significherebbe la riapertura dell’intero iter (il nuovo statuto è già stato approvato dalla Provincia). Alberto Rossi (Api) si chiede se, al di là delle modifiche di statuto, il consorzio abbia effettivamente senso nella congiuntura attuale (VIDEO). Pedrotti risponde che l’ente eroga formazione specializzata alle imprese della componentistica che devono restare competitive, servizi di supporto alla certificazione della qualità e progetti per un controllo di gestione più efficiente. Il provvedimento passa con 30 voti favorevoli e 5 contrari (Il Ponte, Idv/Sel/Del Ben, Api, Lega Nord) (VIDEO).

Ore 19.09 – Terza deliberazione (23/2011), nomina dei rappresentanti nell’osservatorio sui problemi dell’immigrazione. Romor introduce composizione, ruolo e compiti dell’osservatorio (VIDEO), quindi si procede all’elezione dei consiglieri. La maggioranza propone Gregorio Martino e Giacomo Manfrin (Lista Bolzonello-Il Fiume), la minoranza Loris Pasut (Il Ponte), Riccardo Piccinato (Lega Nord). Vengono eletti Martino (13 voti), Manfrin (11) e Piccinato (7).

Ore 18.57 – Seconda deliberazione (22/2011): nomina dei rappresentanti nell’osservatorio anziani. Dopo la relazione dell’assessore Romor (VIDEO), la maggioranza propone i consiglieri Orsola Chiaradia (Lista Bolzonello-Il Fiume) e Maria Bonato (Pd), mentre la minoranza propone Lucia Amarilli (Idv/Sel/Lista Del Ben). Eletti i tre consiglieri con rispettivamente 11, 12 e 4 voti.

Ore 18.47 – L’assessore alle politiche sociali Vincenzo Romor presenta la deliberazione 21/2011 che richiede la nomina dei consiglieri delegati al comitato di gestione degli asili nido comunali (VIDEO). La maggioranza propone i consiglieri Bevilacqua (Lista Bolzonello/Il Fiume) e Bonazza (Pd). La minoranza propone il consigliere Cabibbo (Pdl). I tre consiglieri vengono eletto con votazione nominale rispettivamente con 12, 11 e 11 voti.

Ore 18.44 – Il presidente Bernardi comunica che l’assemblea dei capogruppo ha deliberato di procedere all’esame delle deliberazioni fino a esaurimento delle stesse, delle interrogazioni per mezzora e quindi mozioni fino al tempo limite delle 22.

Ore 18.40 – Il sindaco Claudio Pedrotti aggiorna sulla vertenza Ideal Standard, in seguito a un incontro tenuto stamattina a Zoppola. L’incontro al Ministero dello Sviluppo economico ha evidenziato come il piano aziendale sia peggiorativo nei termini, mentre il piano di investimenti è congelato. C’è pieno sostegno da parte dei rappresentanti europeri (erano presenti Serracchiani e Cancian). È previsto un nuovo incontro il 22 dicembre al ministero per capire l’effettiva disponibilità di ammortizzatori sociali. (VIDEO)

Ore 18.36 – Il presidente del Consiglio Nisco Bernardi dichiara aperta la seduta. Assenti i consiglieri Giannelli e Dal Mas, annunciati in ritardo Piccin e Zanolin.

§

Il Consiglio comunale di Pordenone è convocato questa sera alle 18 nella sala consiliare del Municipio. All’ordine del giorno diverse interrogazioni, mozioni e deliberazioni. A Consiglio già convocato è stata aggiunta inoltre una mozione urgente sulla vendita da parte dell’Opera Sacra Famiglia dell’immobile utilizzato dall’associazione I ragazzi della panchina.

L’Arca di Naon seguirà in liveblogging i lavori del Consiglio.

Gli spettacoli di gennaio al Teatro Verdi

Apre lunedì pomeriggio alle 14.30 la prevendita per gli spettacoli di gennaio 2012 del Teatro Comunale Giuseppe Verdi. Queste le date in programma nei vari cartelloni:

È stato invece annullato a causa della cancellazione della tournee il balletto Bayadere dello Slovak National Theatre di Bratislava.

I biglietti possono essere acquistati presso la biglietteria del teatro (dal lunedì al venerdì 14.30-19, sabato 16-19) oppure presso il servizio convenzionato online Greenticket. Per informazioni 0434247624 o biglietteria@comunalegiuseppeverdi.it.