Archivi categoria: Formazione

Le tracce di Europa e Giovani 2014

L’IRSE-Istituto Regionale per gli Studi Europei ha pubblicato ha pubblicato le tracce per l’edizione 2014 di Europa e Giovani, il concorso per studenti delle università e delle scuole di ogni ordine e grado dell’Unione europea. La scadenza è il 22 marzo prossimo.

Università

1. ACT, REACT, IMPACT. “La democrazia moderna ha bisogno, per recuperare effettività, di mescolare sistemi rappresentativi e momenti di decisioni di base”. Questa frase dello storico Paul Ginsborg, in Vivere la democrazia, può servire anche per approfondire il significato dello slogan e l’importanza delle prossime elezioni europee di maggio 2014.

2. AGROALIMENTARE E SPRECHI. Gli investimenti nell’agroalimentare sono ritenuti sempre più importanti per creare nuova occupazione – non delocalizzabile – e contribuire alla sostenibilità globale. In contemporanea va percorsa in Europa la strada della lotta allo spreco attraverso strumenti, anche normativi, comuni agli Stati membri. Educazione alimentare, controllo sicurezza e qualità, filiere più efficienti per ridurre gli sprechi alimentari in fase di produzione, raccolto e nella distribuzione, contribuendo così a ridurre anche gli sprechi idrici ed energetici collegati all’agro-alimentare. Documentati su quanto si sta facendo a livello europeo e nel tuo territorio.

3. LIBERTÀ E DISUGUAGLIANZE. “Penso che il cosiddetto liberismo selvaggio non faccia che rendere i forti più forti, i deboli più deboli e gli esclusi più esclusi. Ci vuole grande libertà, nessuna discriminazione, non demagogia. Ci vogliono regole di comportamento e anche, se fosse necessario, interventi diretti dello Stato per correggere le disuguaglianze più intollerabili”. Le parole di Papa Francesco, in Dialogo tra credenti e non credenti, sembrano indicare un percorso anche alle istituzioni europee.

[leggi tutte le tracce sul sito del Centro Culturale A. Zanussi]

1.500 specialisti dell’apprendimento in città

Pordenone ospita venerdì e sabato il XXII congresso nazionale dell’Associazione Italiana per la Ricerca e l’Intervento nella Psicopatologia dell’Apprendimento. Circa 1.500 tra psicologi, logopedisti, neuropsichiatri, terapisti e specialisti dell’apprendimento prenderanno parte a decine di tavole rotonde e sessioni di approfondimento. Interessate sette sedi in centro città: Teatro Verdi, Auditorium Concordia, Auditorium della Regione, Palazzo Badini, Provincia, Biblioteca Civica e PArCo.

Per Pordenone, dice il sindaco Pedrotti, l’opportunità di mettersi alla prova come città di congressi: «Ho la convinzione che Pordenone, dal punto di vista dell’accoglienza e delle strutture, possa aprire un nuovo fronte. I convegni hanno reso ricche città in giro per l’Europa che sono riuscite, nel giro di cinque anni e non essendo dei luoghi turistici o con particolari attrattive, a generare un circuito in grado di alimentare in modo non banale il Pil locale».

Il sito di riferimento per il congresso, dove si trovano  è www.airipa.it/congresso

 

Chi sono i “curiosi del territorio” 2012

Da lunedì 10 settembre e per tre settimane, 25 giovani provenienti da 16 paesi europei saranno a Pordenone per prendere parte alla XXVI edizione dello stage internazionale per operatori turistico culturali Curiosi del territorio organizzato dall’Irse.

Il programma dell’iniziativa (Pdf)

ALBANIA 
ANA TAVANXHI di Zografos. Corso di Laurea in Lingua e Letteratura Italiana – Facoltà di Lettere e Filosofia Università di Atene. Esperienze lavorative presso Vodafone Tirana e Ambasciata greca a Tirana.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Albanese, Greco, Inglese e Italiano. [23 anni]

BIELORUSSIA
ALESIA ABRAMENKA di Minsk. Laurea in Economia e Management – specializzazione in Turismo Internazionale. Dal 2009 lavora all’agenzia di viaggi “Solemare” di Minsk (agenzia fondata nel 2001 e specializzata in turismo in Italia).
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Bielorusso, Inglese, Russo e Italiano. [24 anni]

ALBERT SARKISYAN di Minsk. Corso di Laurea in Relazioni Internazionali. Varie esperienze stagionali in agenzie di viaggio a Minsk.
Conoscenze informatiche: pacchetto office, pacchetto grafico e web-design.
Bielorusso, Inglese, Russo e Italiano. [22 anni]

BULGARIA
ANELIYA DALEVA di Blagoevgrad. Laurea in Economia e in Turismo. Dottorato in Belle Arti su “Turismo alternativo come fattore di sviluppo socio culturale di una regione”. Dal 2008 lavora come traduttrice all’agenzia di viaggi e traduzioni “Alfatour” di Blagoevgrad.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Bulgaro, Inglese, Tedesco e Italiano. [30 anni]

CROAZIA 
MARGARETA DELIC di Zagabria. Corso di Laurea Specialistica in Lingua e Letteratura Italiana e triennale in Giapponese. Esperienze di guida turistica per agenzia di viaggio giapponese.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Croato, Francese, Giapponese, Inglese e Italiano. [23 anni]

FINLANDIA
TITTA TIUSANEN di Jyvaskyla. Laurea in Lettere – Dipartimento di Lingue. Esperienze di lavoro nella prenotazione viaggi online per la “Tallink Siljia Oy” (compagnia di navigazione tra Svezia, Estonia e Finlandia) e come guida turistica.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Finlandese, Francese, Inglese, Spagnolo, Svedese e Italiano. [23 anni]

ANNELI YLITALO di Turku. Laurea in Business Administration. Specializzanda in Lingua Italiana (indirizzo traduttori e interpreti). Varie esperienze di lavoro come receptionist in albergo, commessa nel settore abbigliamento e istruttrice di aerobica.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Finlandese, Francese, Inglese, Norvegese, Svedese, Tedesco e Italiano. [32 anni]

FRANCIA
GABRIELLE PICCINNO di Saulx Le Chartreux. Laurea in Lingua e Letteratura Italiana alla Sorbonne (tesi sul cinema di Gabriele Muccino). Esperienze lavorative come traduttrice commerciale e insegnante di francese in Italia, hostess trilingue per MaxMara e Armani Junior –Parigi.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Francese, Inglese, Spagnolo e Italiano. [30 anni]

ANTHONY PIERINI di Solaro, Corsica. Laurea in Scienze Politiche. Tirocinante all’agenzia per lo sviluppo economico e culturale Nord e Sud “Adec-Ns”, di Tolosa. Exchange Student 2009-2010 in Norvegia.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Francese, Inglese, Norvegese, Tedesco e Italiano. [23 anni]

GERMANIA
MARLITT PIA NIESMAK di Amburgo. Corso di Laurea in Storia dell’Arte e Italiano. Tutor studenti stranieri e amministratrice del caffè studentesco.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Tedesco, Francese, Inglese e Italiano. [24 anni]

GRECIA
ELENI PAPADAKI di Creta. Laurea in Economia Europea ed Internazionale. Esperienze stagionali in alberghi e caffè, e collaboratrice analisi censimento popolazione greca 2011.
Sport e arti marziali.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Greco, Inglese e Italiano. [26 anni]

MARIA VAFEIDOU di Nikiti Halkidiki Corso di Laurea in Filologia Greca. Guida turistica per studenti Erasmus a Salonicco. Sassofonista banda in Calcidica. Pallavolo e tennis a livello agonistico.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Greco, Francese, Inglese, Spagnolo e Italiano. [24 anni]

POLONIA
DOROTA ALEKSANDRA PIECH di Ksawerow. Corso di Laurea specialistica in Filologia Romanza. Esperienza Erasmus in Italia. Tirocini come insegnante di italiano e francese. Presidente Circolo lingua e cultura italiana “Tutti.it”.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Polacco, Francese, Inglese e Italiano. [24 anni]

AGNIESZKA SUROWIEC di Varsavia. Corso di Laurea in Neofilologia. Coordinatrice al Festival Internazionale della Canzone “Carpathia Festival” e delegata nel 2007 al Parlamento Europeo Giovani (EYP). Diploma flauto traverso.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Polacco, Francese, Inglese, Portoghese, Spagnolo e Italiano. [22 anni]

PORTOGALLO
RUTE JOANA GONCALVES CORREIA di Lisbona. Corso di Laurea in Lingue e Letterature. Esperienze lavorative di animazione bambini e adolescenti. Pianista e corista.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Portoghese, Francese, Inglese, Tedesco e Italiano. [22 anni]

ROMANIA
ROXANA VASILACHE di Botosani. Laurea in Scienze Economiche. Studentessa Master di Studi Europei. Attualmente Export Specialist alla “Electro-Alfa International Srl Romania”. Esperienze di lavoro alla “XL World” (il maggiore call center di Romania) e alla “Work and Travel” delle isole Corfù e Kos.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Rumeno, Inglese, Tedesco e Italiano. [23 anni]

RUSSIA
ANNA ANISIMOVA di San Pietroburgo. Master in Tecnologia Design e Fashion Design. Esperienze lavorative nel settore dell’abbigliamento e mobili per ufficio, grafica e visual merchandising.
Conoscenze informatiche: pacchetto office e pacchetto grafico.
Russo, Inglese, Tedesco e Italiano. [29 anni]

ANNA BYSTRETSKIKH di Ekaterinburg. Laurea in Relazioni Internazionali. Imprenditrice privata: agenzia di traduzione “Translit”. Autenticazioni notarili, aziende energetiche metallurgiche edile del distretto ferale degli Urali.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Russo, Inglese e Italiano. [32 anni]

ANDREY DAVYDENKO di Ekaterinburg. Laurea in Filosofia con specializzazione in filosofia sociale. Giornalista radiofonico-manager per lo sviluppo regionale alla “Radio Si” di Ekaterinburg.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Russo, Inglese e Italiano. [33 anni]

YULIA SHULEPOVA di Reftisnky. Laurea Specialistica in Relazioni Internazionali. Interprete italiano-inglese alla centrale termoelettrica Enel Ogk5di Reftisnkaya. Diplomata in pianoforte.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Russo, Inglese e Italiano. [23 anni]

SERBIA
OLGICA ANDRIC di Novi Sad. Corso di laurea in Lingua e Letteratura Italiana. Interprete e insegnante di Italiano. Fino al 2009: giornalista della televisione RTV Panonija Novi Sad, presentatrice trasmissione sportiva serba “SOS Kanal”, collaboratrice all’Ufficio Serbia della “Unify Media Group” (settore telemarketing).
Conoscenze informatiche: pacchetto office e pacchetto grafico.
Serbo, Inglese, Portoghese, Spagnolo, Russo e Italiano. [33 anni]

SLOVENIA
NINA KOBAL di Pobegi. Laurea in Italianistica. Master in didattica e pedagogia. Traduttrice, ambito turistico, letterario e sport. Guida turistica.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.

Sloveno, Inglese e Italiano. [25 anni]

SPAGNA
MONICA LAJARA YANEZ di Barcellona. Laurea in Turismo – specializzazione Giurisprudenza Turistica – e Laurea in Filologia Inglese. Attualmente assistente amministrativa “Rehnus Logistics Barcellona” reparto dogane. Esperienze lavorative aeroporto Barcellona.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Catalano, Spagnolo, Francese, Inglese, Tedesco e Italiano. [28 anni]

UCRAINA
MARYANA KLYMETS di Lviv. Laurea in Lingua e Letteratura Croata e Ucraina. Insegnante di lingua e letteratura croata e lingua slovena. Traduzioni testi letterari e Organizzazione di serate letterarie.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Ucraino, Croato, Russo, Serbo, Sloveno e Italiano. [31 anni]

TETYANA KUSHNIR di Lviv. Laurea in Lingue e Letterature Straniere. Insegnante di lingua italiana e compilatrice del manuale “Benvenuti in Italia” in uso all’università di Lviv. Autrice mostra fotografica “Italia: dettagli e luoghi non comuni”.
Conoscenze informatiche: pacchetto office.
Ucraino, Inglese, Polacco, Russo, Spagnolo e Italiano. [33 anni]

[Maggiori informazioni sul sito dell'Irse]

Maturità/11-fine, arrivano i risultati

In questi giorni le Commissioni stanno concludendo i loro lavori e via via pubblicando i risultati finali degli esami di Stato. Per gli studenti è possibile a questo punto ottenere la certificazione relativa, utile per l’immatricolazione accademica (gli Atenei stanno pubblicando in questi giorni i manifesti degli studi in merito all’ offerta formativa) o per l’accesso agli ITS e agli IFTS. Molte scuole superiori pordenonesi riprenderanno le loro attività con gli studenti negli ultimi giorni di agosto, con le verifiche del recupero dei debiti formativi degli allievi la cui promozione è stata sospesa.

Per i neomaturi, le felicitazioni di Arca di Naon, e un grande in bocca al lupo per il loro futuro.

Tutte le puntate del Diario della maturità.

Maturità/10, iniziano le prove orali

Iniziano oggi le prove orali degli esami di Stato. Generalmente le commissioni procedono al ritmo di cinque candidati al giorno, sabato compreso; già la prossima settimana, pertanto, alcune di esse completeranno i lavori e pubblicheranno i risultati, mentre l’intera tornata di esami si concluderà con la seconda settimana di luglio: in tempo perché quanti, tra i “maturi”, vorranno (o potranno), beneficino dell’apertura delle immatricolazioni nei vari Atenei (a Udine si aprono il 16 luglio).

Per molti studenti l’estate di studio proseguirà con la preparazione alle prove d’ingresso alle facoltà a numero chiuso o programmato; i “bravi” (ne esistono ancora, e sono bravissimi, in realtà) studieranno per accedere alle scuole di eccellenza universitaria (per la Normale di Pisa, ad esempio, dal 2 luglio è possibile iscriversi alla prova di ammissione).
Il colloquio dell’esame mette in palio fino a 30 punti; la valutazione “sufficiente” si assegna con l’attribuzione di 20 punti. La prova inizia solitamente con un argomento presentato dal candidato, connesso agli argomenti svolti nell’ultimo anno di lezioni (la cosiddetta “tesina”) e prosegue  con le domande dei vari commissari in merito agli argomenti studiati nelle varie materie. La durata media del colloquio è di un’ora.
Tutte le puntate del Diario della maturità.

Maturità/9, le terze prove

Lunedì si è svolta la terza prova dell’esame di Stato, quella formulata sulla base del “Documento del 15 maggio” e quindi specifica classe per classe. Come consuetudine mediatica, anche quest’anno la prova è stata definita, con simpatica incongruenza televisiva, “quizzone”.

Già nella serata di ieri alcune commissioni hanno terminato la correzione delle prove scritte, pubblicandone i risultati: da domani, pertanto, inizieranno le prove orali.

Tutte le puntate del Diario della maturità.

Maturità/8, la seconda prova scritta

(16,00) Sono state assegnate stamane alle 8,30 le seconde prove scritte dell’esame di Stato, quelle specifiche per ogni tipologia di scuola superiore e indirizzo di studi. Alcune di esse si sono già concluse, altre si stanno concludendo; in alcuni istituti professionali, esse si articolano su più giorni. Tutte le tracce sono disponibili, dalle ore 14, sul sito del Ministero. Come consuetudine, i maggiori quotidiani italiani, nelle loro edizioni online, propongono i testi, le soluzioni ed alcuni commenti. Ecco, ad esempio, la pagina dedicata di Repubblica.it (è la più completa), quella del Corriere della Sera, quella de La Stampa.

Umori, attese, tentativi di cercare di fornire testi e soluzioni usando i telefonini sono passati soprattutto per Twitter, come notano in questo articolo i redattori di Liquida. Che qualche fuga di notizie sia avvenuta è testimoniato, sempre su Liquida, da questo articolo (e si veda anche qui).

Maturità/7, oggi la prova d’italiano

(Ore 9.40) Alle 8,30 è iniziata la prova d’italiano per i circa 500.000 studenti impegnati nell’esame di Stato. Fornita telematicamente, con un sistema basato su due codici di sicurezza, e con qualche accorgimento per evitare disguidi (il secondo codice, quello uguale per tutti, è stato pubblicato anche Televideo Rai), la prova è oggetto di narrazione live su Twitter (#maturità) e su qualche edizione di quotidiano online (ad esempio Il Post).

In attesa della pubblicazione delle tracce nella loro completezza, si conosce qualche riferimento di alcune: un testo di Montale (che torna dunque a distanza di quattro anni) per l’analisi testuale (traccia “A”), la storia degli Ebrei, l’età giovanile.

(Ore 10,00) Orientativamente, le tracce sembrano avere questa struttura (fonte:studenti.it)

Tipologia A – Analisi del testo – Montale: “Ammazzare il tempo” è il titolo del brano

Tipologia B1 – Ambito artistico letterario – Tema: Il labirinto

Tipologia B2 – Ambito socio-economico – La crisi e i giovani con brani di Steve Jobs

Tipologia B3 – Ambito storico-politico – Hannah Arendt e sterminio degli ebrei

Tipologia B4 – Ambito scientifico – Hans Jonas: “Principio di responsabilità, un’etica e la civiltà tecnologica”

Tipologia C – Tema di carattere storico – Il bene comune e individuale con brani di D’Aquino e Rousseau

Tipologia D – Tema di attualità – Avevo 20 anni sogni e stili delle nuovi generazioni

(Ore 10.05) Piccola curiosità. Un testo di Eugenio  Montale, nel 2008, che conteneva un quesito palesemente errato (il 2.4), determinò alcune polemiche (si veda qui).

(Ore 10.20) Secondo l’Ansa il Ministero non segnala disguidi, se non qualche isolato ritardo per le operazioni di download, nell’uso del “plico telematico”.

(Ore 10.30) Maturità e social networks: su Twitter #Montale è già uno dei trending topics. Lo sono anche #Amy Winehouse, #Simoncelli e #Steve Jobs (il Ministero ha smentito che vi siano riferimenti ai primi due nelle tracce, peraltro -notizia che era circolata per il web).

(Ore 11,00) Sui tempi di acquisizione della seconda chiave per decrittrare le tracce, si legga qui:

“Ore 10,28. Rallentamenti nell’accesso al sito ministeriale per recuperare la «seconda password» per accedere alle tracce della prima prova scritta dell’esame di maturità: in alcune scuole la password non è arrivata per tempo attraverso la webmail del Miur. Più «comoda e immediata» invece la diffusione del secondo codice alfanumerico (il primo, diverso per ciascuna commissione d’esame, era contenuto in una busta chiusa già recapitata alla scuola) diffuso dal ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, in collegamento da Shangai con il Tg1. «Il tempo necessario a trascriverlo – afferma la vicepreside del liceo scientifico Augusto Righi di Roma, Luciana Panzini Verga – invece dopo un quarto d’ora lo stesso codice non era ancora arrivato nella webmail ministeriale».”

E, ancora:

“Problemi con le chiavi elettroniche per aprire le tracce della maturità si sono verificati in alcune scuole romane. Al Lucrezio Caro, noto liceo capitolino, non hanno funzionato le password di quasi tutte le commissioni, spiega uno dei presidenti, il preside Claudio Salone. Una sola commissione, racconta Salone, «è riuscita ad entrare nel sistema ministeriale. Così abbiamo poi fotocopiato i temi per tutti. Ma questo può andare bene per italiano.”

(Ore 11.10) Studenti.it pubblica le tracce complete (in realtà non sono tutte, mancano B1 e B4).

(Ore 11,20) La maturità scandisce il tempo che passa:  Gabriele Alese, @gabalese: “Che sia uscito di nuovo Montale mi fa sentire così vecchio.”

(Ore 11,35) Studenti.it integra le tracce.

(Ore 12,00) Passate le tre ore minime, i primi studenti cominciano ad uscire dalle scuole dopo lo svolgimento della prova.

(Ore 12.10) Come da buona tradizione italiana, dopo la prova il dopopartita. Su skuola.tv alle 17 commenti (naturalmente con gli esperti), impressioni e…analisi tattiche.

(Ore 12.15) Il Fatto quotidiano pubblica tramite Slideshare il PDF delle tracce.

Primo commento: Una cosa appare subito evidente: le tracce contengono un invito ad essere svolte sinteticamente. La tipologia A prevede un apparato di domande scarno; le quattro proposte per la tipologia B sono, ciascuna, basate su un numero esiguo di documenti. In effetti, in totale, le pagine a stampa sono 6: meno della metà rispetto a tre/quattro anni fa, e molto di meno anche rispetto alle, già sintetiche, tracce dell’anno passato. Notiamo poi l’esplicita indicazione che apre la serie delle proposte B: le quattro o cinque colonne normalmente richieste, si specifica siano di “metà foglio protocollo”.

(Ore 12.35) Iniziano i “commenti d’autore”: da Twitter -altro segno della stagione di favore che il social network gode in Italia. Ecco Gianni Riotta, @riotta: “Tracce maturità chiacchierano di guai ma non sfidano i candidati a soluzioni positive. Sindrome statu quo piagnone che è radice nostri guai”. (Osservazione dell’estensore di questo liveblogging: “chiacchierano di guai”, almeno almeno, appare difficile da riferire alla traccia D; in secondo luogo, interessante l’idea che la prova d’italiano serva a “soluzioni positive”: segno -se si vuole- di un approccio retorico alla stessa o -se si vuole essere “positivi”- di una notevole aspettativa del giornalista nei confronti delle giovani generazioni…).

Per altri “commenti d’autore”: qui, qui.

(Ore 14,30) In sintesi, alcune considerazioni.

TIPOLOGIA “A” – La traccia “A” ha, come oggetto, l’analisi testuale. Per la prima volta da quando  è stato istituito l’Esame di Stato, quest’anno il testo proposto non è stato di natura letteraria (in passato è sempre avvenuto così, con la prevalenza di tracce su testi poetici rispetto a quelle dedicate a brani da romanzo o da testi teatrali o a racconti). In effetti, l’apparato dei quesiti è tutto declinato in chiave contenutistica e tematica, sia nella seconda sezione (Analisi del testo), che nella terza (Interpretazione complessiva e approfondimenti). In quest’ultima, poi, chi avesse voluto sviluppare un percorso tipicamente legato a Montale è stato chiamato a confrontarsi con una generica “visione del mondo” (generica, ma rassicurante, in quanto evocata in molta editoria scolastica); in alternativa, è stata proposta una considreazione su inattualità e attualità delle riflessioni dell’autore. In buona sostanza, come già accaduto per la traccia “A” dell’anno passato, si è attenuata di molto la specificità “analitico-letteraria” dell’assunto (per un confronto con una traccia “A” più tecnica, si veda qui).

TIPOLOGIA “B” – Come si è detto in sede di liveblogging, anche quest’anno l’apparato documentativo è più contenuto (quattro o, in un caso solo, cinque fonti) rispetto ad un recente passato. La sintesi è esplicitamente raccomandata fin dalla che presenta i vari testi.

La traccia B1 (artistico-letteraria) fa riferimento ad un argomento (il labirinto) molto “novecentesco” e abbastanza noto (anche nei riferimenti) a chi abbia avuto, come libro di testo, il Baldi-Giusso-Zaccaria.

La traccia B2, sui giovani e la crisi (con tanto di riferimento a Steve Jobs), è forse quella più attesa e pronosticata.

La traccia B3 declina (e qui sta una sua nota nuova, in quanto ci si scosta dalla normale tendenza a proporre tracce “novecentesche”) in chiave anche di riflessione filosofica un tema che attraversa la storia (“il bene comune”).

La traccia B4 sviluppa l’argomento tecnico-scientifico in una chiave (la responsabilità dello scienziato) che ha fatto da sfondo alle formulazioni della stessa tipologia anche negli passati.

La traccia C formula l’assunto, il tema dello sterminio degli Ebrei, attraverso una narrazione di Hannah Arendt (consentendo così -pur senza vincolo- a chi conoscesse “La banalità del male” una ulteriore constestualizzazione).

La traccia D ripropone, in maniera molto classica, il “tema” con tutte le sue ampie possibilità di articolazione.

Facile prevedere che saranno state scelte soprattutto le tracce B2 e D.