Archivi categoria: Tecnologia

Com’è andato il Linux Day?

Lo racconta Sara Rocutto nel suo blog:

[...] Ed era comunque uno spazio, un’occasione, dove discutere: certamente pieno di imprecisioni (nel senso meno tecnico del termine, sia chiaro, nel senso più comunicativo intendo), ma forse per questo tale da lasciare aperta qualche domanda e proprio per questo tale da dover essere contaminato con dubbi e chiarimenti, scambi di vedute, sfruttando la disponibilità del gruppo di volontari presenti.

Poi c’era quella cosa che cercano di raccontarci che ormai è cosa sprecata: la passione sincera per quello che si fa, la convinzione precisa di avere davanti una strada impervia e piena di ostacoli da studiare costantemente per arrivare alla meta, la determinazione di chi ha un progetto da portare avanti e impiega tutte le sue energie per farlo.

Perché lì non c’era soltanto chi di mestiere ha il naso attaccato al PC: c’era chi lo si trova autista dell’Atap e poi nel tempo libero pensa alle soluzioni tecniche che possono migliorare lo studio dei bambini, chi si occupa di disegno CAD e poi nel tempo libero sperimenta piattaforme basate su Android e così tanti altri che nel tempo libero inventano cose che poi magari ci troviamo ad utilizzare tutti.

[continua a leggere sul blog di Sara Rocutto]

Linux Day al Kennedy

Sabato è il Linux Day, giornata di divulgazione e approfondimento legata alle tecnologie e ai software open source. A Pordenone, dove è attivo un vivace Linux User Group, le attività si tengono come ormai tradizione all’ITST Kennedy di via Interna. Nel wiki dell’evento sono disponibili informazioni e dettagli sugli incontri.

1. #PNinnova
Presentazione di #PNinnova, l’iniziativa con la quale il Pordenone Linux User Group si offre al territorio come centro di compentenze Open Source (Open Software e Open Hardware) e laboratorio aperto a tutti. In questo talk conosceremo i gruppi di lavoro, i progetti attivi e gli eventi in programma, dunque tutta l’offerta presente e futura del PN LUG.

2. Editing Video
Rapida esposizione dei migliori software Open Source attualmente disponibili per l’editing video con sistemi GNU/Linux-base (Kino, Cinelerra, Blender, Kdenlive). A seguire approfondiremo Kdenlive, che per semplicità e potenzialità si avvicina di più alle esigenze dell’utente comune.

3. Gestione di una rete MS Windows con Software Libero
Mentra Samba 4 ha raggiunto la compatibilità con i domini Windows di tipo AD, che cosa si può dire in generale dell’utilizzo orientato all’azienda dei client Windows 7? Ovviamente negli ecosistemi Microsoft tutto funziona perfettamente, ma che succede se cerchiamo di smontare i pezzi e cerchiamo di guardarci dentro? Facciamo un utile esercizio con Samba3.

4. Systemd: la rivoluzione del processo 1 di Linux
Il processo 1 in Linux ha un ruolo molto importante in quanto è il primo processo ad essere eseguito fuori dal kernel ed è il responsabile dell’avvio del sistema operativo e il padre di tutti i processi del sistema. Tuttavia questo software ha fatto pochi passi avanti dall’anno 1983 in cui è nato e molti tentativi sono stati fatti per portare una ventata di aria fresca con risultati non eccezionali. Scopriamo perché systemd è il software giusto per questo importante compito.

5. Virtualizzazione Proxmox
L’utilizzo di proxmox come piattaforma per la PMI. Vedremo come utilizzarla virtualizando un tipica infrastruttura aziendale: condivisione file, gestione utenti, firewall (zentyal.org), un sistema Windows (win7 Pro) e installeremo una macchina Ubuntu per il gestionale iDempiere (vedi talk successivo)

6. iDempiere
Gestionale Aziendale ERP . Progetto Internazionale Open Source . Usa Tecnologia State-of-the-art JAVA, OSGI, Buckminster, ZK 6

7. OpenWrt – Sprigiona la potenza dl tuo router!
La flessibilità e la potenza di una distribuzione GNU/Linux direttamente nel router di casa. Fantascienza? No, è OpenWRT! Con OpenWRT è possibile estendere le funzionalità del proprio router per (quasi) qualsiasi esigenza, l’unico limite è… la fantasia!

8. Il lavoro ai tempi della rete
Linux e il Software Libero sono preziosissimi strumenti liberi in grado di innovare aziende, uffici, attività domestiche e molto altro ancora, ma ai tempi della rete stanno diventando molto di più. In questo talk (sfacciatamente ottimista) vedremo come il modello Open Source (sviluppo e progettazione collaborativa, gestione di una comunità, utilizzo di licenze libere, ecc.) proprio grazie alla rete stia entrando nell’economia reale, proponendo un efficace e sostenibile modello di sviluppo economico (oltre che culturale) in grado di fronteggiare la crisi.

Continua a leggere sul wiki del Linux Day

Odorico, concept per un caravan di lusso


Prende il nome da Odorico da Pordenone, il frate missionario originario di Villanova che nel Medioevo viaggiò a lungo nelle terre d’Oriente, il concept di un caravan di lusso realizzato da Jakub Novàk, studente ceco presso la Brno University of Technology. Con questo progetto, Novàk ha vinto un concorso studentesco per il design in Repubblica Ceca.

Vedi il rendering del progetto su Beautiful Life

Pedrotti e l’open source come modello

È stato pubblicata la sintesi del Linux Day 2011 tenuto il 22 ottobre scorso all’Itis Kennedy di Pordenone. Nel video è interessante ascoltare l’intervento del sindaco Claudio Pedrotti (da 6:22 a 11:15), che mette a fuoco la dimensione strategica dell’open source e i progetti a livello regionale e cittadino in proposito. Alcuni estratti:

  • «La Regione Friuli Venezia Giulia sta cercando di avviare un percorso virtuoso nella parte informatica coinvolgendo le amministrazioni e ha fatto dell’open source uno dei punti di riferimento. Ora come si trasformerà questo in azioni pratiche sarà tutto da vedere, però è importante la dichiarazione iniziale.»
  • «Sarà interessante capire come Insiel si metterà in gioco proprio in questo ambito. E non vi nascondo che sono stato tirato dentro proprio in un comitato per verificare queste cose.»
  • «Pordenone ci tiene a essere il capofila di questo tipo di trasformazioni nell’ambito della pubblica amministrazione, perché io personalmente ritengo che abbiamo tutti i talenti e tutte le competenze per essere utilizzatori attivi»
  • «Crediamo nel fatto di condividere le cose. Il copyright è uno degli elementi più pericolosi nel bloccare la condivisione delle conoscenze. Il mondo dell’open source è una testimonianza che le cose si possono fare e si possono interpretare dei modelli di business diversi.
  • «Si tratta solo di capire come utilizzare le competenze in modo diverso. Noi ci crediamo in questo modello e credo sia il modello per il futuro, perché indica che o si lavora insieme in questo modo o non usciremo uscire dalla crisi.»
  • «Un messaggio soprattutto ai giovani che sono in questa sala: noi abbiamo delle vostre competenze, ma abbiamo bisogno soprattutto della vostra presenza. Perché una delle cose più evidenti è il vostro silenzio. Fatevi vivi.»