Archivi tag: Consorzio per l’università in Friuli

Come funziona il Consorzio Universitario

In questi giorni si parla molto del Consorzio Universitario di Pordenone e del suo destino. Cos’è, di preciso, il Consorzio? Dov’è? Cosa fa? Ecco una breve scheda a riguardo.

Cos’è il Consorzio, chi ne fa parte. Il Consorzio è stato fondato nel 1992. Il suo modello storico è il Consorzio per l’università del Friuli, nato nel 1967, che è stato uno dei fattori fondamentali d’impulso per giungere alla nascita dell’università di Udine (per la storia del consorzio udinese, si può partire dal sito ufficiale o dalla sezione nel sito dell’università udinese). A differenza del capoluogo friulano, non si è sviluppata una autonoma “Università di Pordenone”. I soci fondatori sono il Comune di Pordenone, la Provincia di Pordenone e la Camera di Commercio di Pordenone. L’Ente è poi cresciuto e oggi ha come soci anche  alcuni Comuni della provincia, l’Associazione degli Industriali, la Fiera di Pordenone e i tre principali istituti bancari del territorio. La Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone, che ha garantito negli anni un importante sostegno economico, è socio benemerito del Consorzio.

Elenco dei soci. Soci fondatori: Comune di Pordenone, Provincia di Pordenone,  Camera di Commercio di Pordenone. Socio benemerito: Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone. Soci Ordinari: Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, Banca Popolare Friuladria, Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, Unione degli Industriali di Pordenone. Soci sostenitori: Comune di Cordenons, Comune di Maniago, Comune di Pasiano di Pordenone, Comune di Porcia, Comune di Prata di Pordenone, Comune di Roveredo in Piano, Comune di San Martino al Tagliamento, Comune di Spilimbergo.

Dove si trova. La massima parte delle attività del Consorzio si svolgono nella sede di via Prasecco, a Pordenone, dove si trovano le aule, le segreterie, la casa dello studente e la mensa. Dal 1° settembre 2011 una parte delle attività si svolge nel centro di Pordenone, in una sede di proprietà dell’Amministrazione comunale: Palazzo Badini. Qui si svolgono i corsi di laurea magistrale in Comunicazione Multimediale e Tecnologie dell’Informazione, i corsi di eccellenza del Consorzio, come il Master MIP in “Energy Management”, svolto in collaborazione con il Politecnico di Milano, e il diploma triennale ISIA in “Disegno Industriale” attivato in collaborazione con l’ISIA Roma Design.

Che cosa fa. Il Consorzio concorda, in parte finanzia e coordina l’offerta sul territorio di diverse istituzioni accademiche: corsi di laurea triennali e magistrali, master e corsi di perfezionamento, che sono attivati a Pordenone dalle Università di Udine e di Trieste, da ISIA Roma Design, dal Politecnico di Milano e da EURICSE (Trento).

La struttura direttiva. Presidente: Antonio Sartori di Borgoricco (ha però appena presentato le dimissioni, su cui pende la decisione dei soci). Comitato di Presidenza: Antonio Sartori di Borgoricco (presidente), Luciano Padovese, Claudio Pedrotti, Pietro Roman, Luca Zanut. Consiglio d’Amministrazione: Antonio Sartori di Borgoricco (presidente), Michelangelo Agrusti, Giuseppe Amadio, Marco Camuccio, Rudi Adami, Silva Gardonio, Giovanni Lessio, Claudio Pedrotti, Paolo Nadal, Luciano Padovese. Direttore del Consorzio: Enrico Sartor.

Le prospettive. Il compito del Consorzio è, dunque, quello di fornire sul territorio un’offerta formativa di alta qualità, concordandola con chi al può erogare, quindi, in prima battuta, con le Università. I vincoli che le strutture accademiche hanno a riguardo, sempre più rigidi in questi ultimi anni (si veda l’ultima nota ministeriali sull’offerta 2012/2013) impongono, in buona sostanza, al Consorzio e ai suoi soci di farsi carico della progettazione dell’offerta e, in maniera notevole, della sostenibilità economica. Ecco i motivi del valore strategico delle discussioni in atto, e dell’importanza del coinvolgimento della comunità locale.